Ericsson Telecomunicazioni S.p.A.

  • altri loghi
  • Le date

    Fondazione: 1918

     

     

  • Le altre date

    1918 (Fatme) e 1920 EricssonTelecomunicazioni

     

  • Le sedi

    HQ Italia –  Via Anagnina n 203  – CAP00128 Località Roma

    Recapiti: Tel.:06 72581     URL sito aziendale:  http://www.ericsson.com

  • Le altre sedi

    Ericsson ha sede principale a Stoccolma, Svezia. In Italia, sedi ed unità produttive a Roma, Genova, Milano, Pisa e Pagani.

  • L'ambito produttivo

    Servizi e infrastrutture per le comunicazioni elettroniche

  • L'impresa approfondisce

    Ericsson è leader mondiale nella fornitura di tecnologie e servizi per la comunicazione. Il Gruppo è impegnato nella realizzazione della Networked Society – Società Connessa – attraverso soluzioni efficienti che consentono di lavorare, studiare e vivere in totale libertà in un mondo più sostenibile.

    Ericsson fornisce servizi, software e infrastrutture in ambito ICT (Information & Communication Technology) ad operatori di telecomunicazioni e altre aziende. Ogni giorno oltre il 40% del traffico mobile mondiale passa attraverso le reti Ericsson e sono 2,5 miliardi gli abbonati serviti dalle reti gestite dal Gruppo.



  • Il profilo e l'identità

    Fin dal 1876, anno della sua fondazione, Ericsson ha promosso il concetto di comunicazione come esigenza basilare degli esseri umani attraverso l’innovazione, la tecnologia e lo sviluppo di soluzioni di business sostenibili.

     L’Italia riveste per Ericsson un ruolo strategico quale centro propulsivo alla guida dell’innovazione. Il Gruppo ha sempre riposto grande fiducia nel mercato italiano dell’ICT, come dimostra il costante impegno e la presenza capillare dell’azienda sul territorio a sostegno dell’evoluzione del settore delle telecomunicazioni.



  • L'impresa si descriveOpen or Close

    Roma è sede del quartier generale del Gruppo Ericsson in Italia sin dal 1918. Oggi ha oltre 4000 dipendenti e più di 5000 professionisti nell’indotto e fornisce tecnologie e servizi ai principali operatori di telecomunicazioni, operatori regionali e imprese pubbliche e private.

    La presenza di Ericsson in Italia ha origine nel 1918 con la Fatme (Fabbrica Apparecchi Telefonici e Materiali Elettrici) che incomincia la sua attività nella periferia di Roma. FATME era una piccola fabbrica di materiali telefonici, situata nel sobborgo romano. Ricevette un primo impulso con l’ingresso di imprenditori del biellese e poi, uno ancora più decisivo per l’intervento nel suo capitale della L M Ericsson di Stoccolma, già allora tra i più grandi produttori mondiali di apparecchiature telefoniche. La Fatme nel 1953 contava 1300 addetti e nel 1955 inizia a studiare un piano nazionale per la teleselezione che permetterà agli abbonati telefonici di parlare tra di loro senza dover passare da un centralinio telefonico. Nel 1960 viene ultimata la costruzione del grande stabilimento di via anagnina a Roma. Ericsson, acquisendo Fatme, realizza in Italia, per conto della SIP, la teleselezione nazionale prima di molti altri paesi europei, evolvendo nel tempo con centrali digitali con la comparsa dell’elettronica programmata e quindi poi con lo sviluppo della telefonia mobile.

     Le caratteristiche peculiari dell’impresa:

    Ericsson è fortemente impegnata in attività di Ricerca & Sviluppo, attraverso la focalizzazione su tecnologie all’avanguardia ad alto valore aggiunto. La R&S è un settore al quale il Gruppo ha da sempre dedicato importanti risorse e investimenti, che ammontano a 5,2 miliardi di dollari nel 2012, registrando risultati di eccellenza a livello mondiale con oltre 30.000 brevetti nelle telecomunicazioni.

    Ericsson, attraverso un forte impegno nella Ricerca e Sviluppo, con circa 1.000 ricercatori italiani impegnati sviluppa soluzioni e prodotti nelle reti di accesso a banda larga e nelle reti ottiche, tecnologie di archiviazione dati e dispositivi per sistemi di commutazione e di sicurazza.

     Sono quasi 100 i brevetti generati dai ricercatori italiani nell’ultimo biennio, che vantano anche diversi record mondiali. Tutto questo è frutto dell’ecosistema virtuoso dell’innovazione che Ericsson contribuisce a far crescere, fungendo da cerniera tra i maggiori centri di ricerca, le istituzioni, le imprese e le università e promuovendo la condivisione di esperienze e lo sviluppo di progetti comuni tra i vari referenti dell’innovazione locale.

     Tra i moltissimi riconoscimenti negli anni, in ordine di tempo, Ericsson nel 2015 ha vinto i Compass Intelligence Awards in quattro differenti categorie. Il riconoscimento, assegnato durante il Consumer Electronics Show di Las Vegas, premia ogni anno le aziende che si sono contraddistinte nel mobile computing, wireless data communications, machine-to-machine e nell’offerta di servizi e prodotti sostenibili. Ericsson è stata nominata azienda dell’anno per la tecnologia Machine to Machine, il Connected Vehicle Cloud, nella categoria Mobile Software per Network Software, Services e Analytics e nella categoria Mobile Commerce in particolare nella sezione Integrated Mobile Commerce.

     Ericsson collabora da anni con alcune delle più prestigiose università italiane, tra cui cui il Politecnico di Milano e di Torino, la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, l’Università di Genova, La Sapienza, Luiss, Tor Vergata, l’Università di Trento e l’Università di Siena.

     Per consolidare l’impegno di Ericsson nel campo della Responsabilità Sociale, nel 2006 nasce la Fondazione  Lars Magnus Ericsson ( http://www.fondazione-ericsson.org/ ), un ente morale senza fini di lucro finalizzato alla creazione di soluzioni di successo in grado di creare valore nel campo delle telecomunicazioni, al fine di contribuire al progresso umano e civile e migliorare la qualità della vita.

     Tra le iniziative della Fondazione rientra il Programma Ego (nato nel 2004), un progetto rivolto a studenti universitari e a startup italiane innovative, nato con l’obiettivo di fornire opportunità di crescita e di sviluppo a nuove iniziative imprenditoriali nel settore delle comunicazioni e delle sue applicazioni.



  • Bibliografia e fontiOpen or Close

    La memoria e l’immagine – Ericsson e la storia delle telecomunicazioni in Italia (a cura di Marino Marin – Guerini e Associati 2004



  • PersoneOpen or Close


  • RealizzazioniOpen or Close


  • DocumentiOpen or Close