V.i.m.e.t. srl

  • Le date

    Costituzione: 3 Aprile 1954

     

     

     

  • Le altre date

    Avvio attività:  Ottobre 1954

  • Le sedi

    Strada Sorianese n°14-01030- Vitorchiano (VT)

    Tel.:0761-370029/370379     sito web: .www.vimetsrl.com

  • L'ambito produttivo

    Attività Estrattive

  • L'impresa approfondisce

    Attività estrattiva e lavorazione materiali lapidei



  • Il profilo e l'identità

    La Vimet, nata nei primi anni Cinquanta, è un’azienda del Viterbese nota per la produzione di lavorati in marmi, pietre e graniti per l’edilizia e per l’arredamento di spazi interni ed esterni. Nel 1954 l’azienda acquisisce una cava di Travertino a Ischia di Castro e impianta ex novo una segheria il località Pallone nel territorio di Vitorchiano.

    All’attività di laboratorio si affianca quella relativa all’estrazione del Peperino commercializzato anche in forma di semilavorati quali blocchi e lastre grezze; una cava di Peperino grigio e una di Peperino rosa garantiscono l’approvvigionamento dei materiali. La vendita dei prodotti avviene sia sul mercato nazionale che estero.



  • L'impresa si descriveOpen or Close

    La Vimet attualmente conta circa 30 dipendenti tra operai ed impiegati e possiede capannoni e attrezzature moderne che contemplano l’intero ciclo produttivo dall’estrazione in cava al prodotto finito.

    Nel 1954 per iniziativa di un gruppo di imprenditori viterbesi nasce la V.I.M.E.T. s.r.l. la cui attività è rivolta all’estrazione e alla lavorazione di materiali lapidei. La sede legale si trova a Viterbo ( fino al 1980 quando avvenne il totale  trasferimento delle attività in Strada Sorianese 14 a Vitorchiano). Alla fine degli anni ’50 inizia anche l’attività di estrazione del Peperino con l’apertura di una cava nel sito di Vitorchiano. Alla metà degli anni ’60 il gruppo dirigenziale originario si disperde. L’azienda rimane in mano ad uno solo dei soci, Alfredo Paccosi (Classe 1894) che inizia sin da giovanissimo a lavorare come scalpellino nella bottega del padre Luigi che svolgeva l’attività di marmista in Viterbo. Frequentata la scuola di arti e mestieri, dove si perfeziona nella scultura, continua, insieme al fratello, l’attività paterna. Tanti anni di attività svolti con impegno e dedizione gli varranno il titolo di Cavaliere del Lavoro. Al suo fianco, ormai da alcuni anni, c’è anche il  genero, Giorgio Chiodo, che assume la direzione a partire dagli anni ’70 e, attraverso le fasi di rinnovamento ed espansione degli anni ’80-’00, conduce l’azienda fino ai nostri giorni affiancato a sua volta dai figli.

    Oggi la Vimet festeggia 60 anni di attività e di esperienza tramandata di generazione in generazione insieme a coloro che, direttamente e indirettamente, hanno contribuito al suo successo con passione, determinazione e spirito di sacrificio sin dall’inizio dell’attività.

    Le caratteristiche peculiari dell’impresa:

    L’utilizzo del Peperino risale a tempi immemorabili come testimoniano i numerosi reperti di epoca preistorica, etrusca e romana disseminati nel territorio viterbese. Nel Medioevo e nel Rinascimento  se ne è fatto ampio uso per la costruzione di palazzi, chiese, mura cittadine, ville e castelli che a distanza di secoli consentono ancora di apprezzare le qualità estetiche e tecniche di questo materiale.

    La valorizzazione del Peperino di Viterbo è da più di mezzo secolo l’obbiettivo principale della Vimet che, attraverso i suoi prodotti, ne promuove il commercio e l’impiego in campo edilizio ed artistico sia in Italia che all’estero. Nel corso della sua attività l’azienda ha ottenuto vari riconoscimenti tra cui citiamo un “Attestato di benemerenza con medaglia d’oro” rilasciato in data 23 luglio 1974 dall’Associazione fra gli industriali della provincia di Viterbo e il “Premio per l’artigianato artistico contemporaneo” conferito in data 12 ottobre 1997 nell’ambito della 6° edizione di ARTCO.

    -Il patrimonio architettonico  L’azienda possiede un capannone risalente ai primi anni ’50  con copertura in muratura realizzata a botte e uno della metà degli anni ’60 con tetto a capriate in ferro (ambedue ancora in uso).

    – Il patrimonio documentale

    Registri contabili e documenti vari a partire dal 1954 visibili e consultabili direttamente in sede.

    -Il patrimonio audiovisivo

    Vario materiale fotografico che ritrae attrezzature,  prodotti e persone che hanno fatto la storia dell’azienda.

    Video su supporto VHS  realizzato presso lo stabilimento Vimet dallo studio Fotovideolab, in cui viene presentato l’intero ciclo di lavorazione del Peperino, dal titolo “Il Peperino. Dall’estrazione al lavoro finito.”

    -I macchinari

    Carroponte in ferro per la movimentazione dei blocchi di pietra risalente ai primi anni ’50  tuttora funzionante.



  • I loghi storiciOpen or Close

    Intestazione degli anni ’90

    Intestazione degli anni '70 e '80

    Intestazione degli anni '50 e '60



  • PersoneOpen or Close


  • RealizzazioniOpen or Close


  • DocumentiOpen or Close