Cav. Luca De Meo dei F.lli A. & O. De Meo Snc

  • Le date

    Data di fondazione e di avvio delle attività: 1923

     

  • Le altre date

    Data riconversione: 1975

  • Le sedi

    Via TOSTI  n 9  – 04023 FORMIA. (LT )

    Tel.: 0771/771583   http://www.lucademeo.com

  • L'impresa approfondisce

    PRODUZIONE MANUFATTI IN CEMENTO, PAVIMENTI, ASFALTI, CERAMICHE



  • Il profilo e l'identità

    L’impresa, a carattere familiare, nasce nel 1923 per iniziativa del Cavalier Luca De Meo che sviluppa una duplice attività: produzione di pavimenti in cemento semplice e decorati e asfalti da impermeabilizzazione.

    Oltre ad essere leader nella produzione di pavimenti in cemento e decorati, tra gli anni Settanta e Novanta si dedica all’esportazione dei propri prodotti. I paesi con cui effettua maggiormente un produttivo scambio sono: Arabia Saudita, Iraq, Libia e Oman. L’ultima fornitura all’estero è stata inviata a Singapore.



  • L'impresa si descriveOpen or Close

    La sede iniziale è quella attuale, nonostante la Seconda Guerra Mondiale abbia portato alla distruzione del sito aziendale, ricostruito negli Anni’50. Nel 1956 subentra Osvaldo De Meo affiancando il padre nella conduzione dell’azienda. Nel 1965 circa subentra anche il fratello Antonio e pian piano saranno loro ad occuparsi interamente dell’impresa.

    Negli anni Settanta l’azienda viene divisa in due diversi rami di produzione creando la BETA MANUFACTORING che parallelamente all’azienda DE MEO ha continuato la produzione di pavimenti con l’aggiunta di prefabbricazione industriale.

    Negli ultimi anni Novanta sono entrati a far parte dell’azienda anche i figli di Osvaldo De Meo: inizialmente il figlio Luca e successivamente la figlia Daniela.

    L’azienda, nel Dopoguerra, risulta tra le prime iscritte all’Associazione degli industriali di Latina, collaborando e supportando lo sviluppo imprenditoriale nel territorio pontino.

    Il patrimonio culturale :

     -Il patrimonio documentale

    Gli eventi bellici hanno causato la perdita di preziosi documenti, immagini e archivi storici dell’impresa.

    -I macchinari

    L’unico macchinario conservato ancora oggi è la prima pressa utilizzata nella lavorazione, poiché il resto è stato distrutto nel corso della Seconda Guerra Mondiale.