Banca Popolare del Cassinate S.C.p.A.

  • Le date

    Data di fondazione: 5 febbraio 1955

     

  • Le altre date

    Data di avvio delle attività: 1956

  • Le sedi

    Piazza Diaz n 14.  –  03043 CASSINO ( FR )

    Recapiti: Tel.: 0776/3171  – http://www.bancapopolaredelcassinate.it

  • Le altre sedi

    Cassino

    Atina

    San Giorgio

    Roccasecca

    Aquino

    Cervaro

    Esperia

    Frosinone

    S. Elia

    S. Donato

    S Giovanni

    Arce

    Villa Latina

    Sora

    Pontecorvo

    S. Apollinare

    Carnello

    Arpino

    Cassino 1

    Formia

    Ceccano

    Piedimonte S. G.

    Ceprano

  • L'impresa approfondisce

    La Società può compiere, con l’osservanza delle disposizioni vigenti, tutte le operazioni ed i servizi bancari e finanziari consentiti, nonché ogni altra attività strumentale o, comunque, connessa al raggiungimento dello scopo sociale».



  • Il profilo e l'identità

    La Banca Popolare del Cassinate è una società cooperativa per azioni che, come si legge nell’articolo 3 dello Statuto, «ha per oggetto la raccolta del risparmio e l’esercizio del credito, nelle sue varie forme, con ogni modalità, tanto nei confronti dei propri soci quanto dei non soci, ispirandosi ai principi tradizionali del Credito Popolare. A tal fine la Società presta speciale attenzione al territorio ove è presente tramite la propria rete distributiva, con particolare riguardo alle piccole e medie imprese ed a quelle cooperative. In aderenza alle proprie finalità istituzionali, la società accorda ai Clienti Soci agevolazioni in ordine alla fruizione di specifici servizi.



  • L'impresa si descriveOpen or Close

    La Banca Popolare del Cassinate venne fondata dal Senatore Piercarlo Restagno, “Sindaco della Rinascita”, che coltivò fin dal 1953 l’idea di creare una Banca amministrata da persone del posto, che avessero vissuto il dramma della distruzione e che fossero quindi spinte dallo scopo di offrire ai propri concittadini la possibilità di risollevarsi dalla distruzione causata dalla guerra. Erano trascorsi solo 10 anni dai tremendi bombardamenti che aveva raso al suolo la città e l’Abbazia benedettina. Il 5 febbraio del 1955, presso lo Studio del Notaio Osvaldo Violo, 43 Soci Fondatori costituirono la Banca Popolare del Cassinate con un capitale sociale di lire 11.500.000. I primi soci misero al servizio della nascente azienda di credito, oltre al proprio prestigio professionale, l’onorabilità di persone affermatesi grazie alla loro saggezza ed onestà. Tra questi furono eletti i primi Amministratori e Sindaci della Banca. Nel 1956 la BPC cominciò ad operare con un organico di tre dipendenti formato dal Direttore Dott. Mario PICANO (affiancato dal Dott. BATTELLI della BNL), dal Rag. Antonio LANGIANO e dal Sig. Antonio Marino CAVALIERE. L’Istituto si pose all’attenzione della sua clientela e dell’intera provincia come una banca sana e trasparente e incontrò subito il favore dei cassinati, inserendosi efficacemente nel territorio e divenendo l’elemento propulsore della sua crescita. Negli anni ‘60 la Banca iniziò un piano di ampliamento della propria attività che continua ancora oggi e che, sinora, l’ha portata ad avere 25 agenzie in tutta la Provincia di Frosinone. Nel 2011, oltre all’apertura delle filiali di Ceprano, Ceccano, Piedimonte San Germano, è stata aperta anche la prima filiale in provincia di Latina, a Formia. Nel 1966 scomparve il Sen. Piercarlo Restagno. Illustri personalità del Cassinate si susseguirono alla guida dell’Istituto come presidenti del C.d.A.: l’ing. Roberto Tamburrini, il Geom. Raffaele Varlese, il Prof. Pietro Malatesta. Nel 1986, dopo esser stato Presidente del Collegio Sindacale e Vice Presidente del CdA, il Dottor Donato Formisano venne nominato Presidente dell’Istituto. Sotto la sua guida vengono effettuate scelte rilevanti, come la realizzazione nel 1986, in occasione del trentennale della fondazione, della nuova sede di Piazza Dia; la fusione per incorporazione della B.C.C. di Sant’Apollinare (1996); la stipula e il rafforzamento di accordi di cooperazione con importanti istituzioni creditizie e finanziarie. Inoltre, si è data sempre più importanza al rapporto con i Soci, che sono la sua vera forza. In particolare negli ultimi anni, la Presidenza e l’amministrazione hanno ampliato la compagine sociale e, oggi, la Banca Popolare del Cassinate è la prima banca in provincia di Frosinone per numero di soci. Essere Soci della Banca Popolare del Cassinate significa credere nell’attualità di valori come onestà, trasparenza, radicamento territoriale, onore, equità, cooperazione. Significa credere che la persona sia al centro della relazione; significa credere nella collaborazione, nella mutualità, nel localismo. Significa non dimenticare la storia di chi ci ha preceduto, la storia delle nostre città, la storia della Banca e i principi a cui si sono ispirati i suoi fondatori. Nel 2009, inoltre, anche grazie all’impegno del presidente Formisano, supportato dal Consiglio di Amministrazione, dalla Direzione e dal Collegio Sindacale, è stato avviato un processo di restyling delle filiali che, gradualmente, sta interessando tutta la rete della BPC. Un rinnovamento che ha inaugurato “un nuovo modo di fare banca”, come recita un claim che, in questi anni, ha accompagnato l’azione della BPC: un modo di fare banca nel quale la tradizionale attenzione al cliente, la cura della relazione personale, l’efficienza, la professionalità – che da sempre fanno parte della mission della BPC – trovano nuovo impulso e nuova concretizzazione in filiali con strutture all’avanguardia. La BPC si ispira ai valori della tradizione delle banche popolari: radicamento sul territorio, solidarietà, sostegno alla crescita economica della collettività di riferimento, qualità nelle relazioni con la clientela. Da sempre, inoltre, la banca ha una marcata vocazione territoriale, declinata attraverso il sostegno alle famiglie e alle imprese e attraverso una capillare presenza anche nelle zone più periferiche della provincia. La BPC svolge il suo ruolo di banca locale non soltanto nel processo di intermediazione del credito, ma anche attraverso un fattivo supporto alle attività culturali, sociali, artistiche della propria comunità di riferimento, promuovendone non solo il benessere economico, ma anche il benessere sociale e contribuendo a migliorarne la qualità della vita. Le caratteristiche peculiari del’impresa: Negli ultimi anni la Banca Popolare del Cassinate ha avviato il restyling delle proprie filiali. Strutture dal layout innovativo, senza barriere all’ingresso, per garantire accoglienza e facilità di accesso. Casse separate dall’ambiente esterno per assicurare privacy e riservatezza; bar; sale conferenze; aree expò messe gratuitamente a disposizione dei clienti; area shop e Area Baby, gestita da animatori qualificati e che testimonia la vicinanza della BPC alle famiglie. BPC ON è invece un sistema di videoconsulenza che unisce i vantaggi della comunicazione a distanza con quell’attenzione alla relazione personale che solo il contatto con l’operatore può garantire. L’”Atlante delle banche leader 2015” pubblicato da Milano Finanza e Italia Oggi la BPC risulta essere la prima banca nel Lazio secondo il MF Index, ovvero l’indicatore che coniuga dimensioni e risultati, individuando gli istituti che hanno saputo abbinare allo sviluppo della massa amministrata la capacità di generare profitti. Inoltre, la rivista specializzata Banca Finanza, nella superclassifica delle banche piccole (che tiene conto della combinazione di tre indicatori, solidità – redditività – produttività) ha assegnato alla BPC un indice di 61,9 che la pone al 1° posto nella graduatoria regionale e provinciale ed al 7° posto in quella nazionale. Particolare rilievo assume l’indicatore di solidità, di gran lunga il migliore delle banche locali a livello provinciale e regionale, con un valore di 84,9. Infine, la BPC ha messo a punto PRIMAIDEA un progetto di finanziamento delle start up innovative a favore di giovani imprenditori. Un finanziamento a tasso zero che premia il valore dell’idea. La valutazione dei progetti è affidata ad una commissione composta da esponenti del mondo accademico, imprenditoriale, bancario.

    Il patrimonio culturale posseduto:

     

    Il patrimonio bibliografico

    La banca sostiene molte iniziative culturali e artistiche in provincia di Frosinone, promuovendo anche la pubblicazione di volumi di particolare pregio. Di ciascuno di essi, la Banca conserva copia nella sede del Flagship di Cassino.

    Il patrimonio audiovisivo

    Il flagship di Cassino della BPC ospita nella sua sede “Cassino Prima”. un museo multimediale che, attraverso un filmato in 3D, ricostruisce Cassino così come era prima della guerra e così come la ricordano i cassinati che l’hanno conosciuta e vissuta. Il progetto è stato realizzato da Officina Rambaldi con il supporto documentale del Centro Documentazione Studi Cassinati. Il museo è aperto gratuitamente al pubblico negli orari di apertura della filiale ed è visitabile anche su prenotazione. Un prezioso strumento didattico per le scuole e un patrimonio di ricordi che, così, potranno essere custoditi e trasmessi.

    Il patrimonio iconografico e artistico

    La Banca Popolare del Cassinate vanta una collezione dei bozzetti preparatori degli affreschi di Montecassino, in particolare tredici bozzetti realizzati dal Maestro Romano Stefanelli, autore degli affreschi situati nella Cappella del Coro dell’Abazia di Montecassino. Inoltre possiede opere di Sergio Favotto (autore di una preziosa storia di San Bendetto) e di altri artisti.

    I macchinari

    Nella sede del flagship di Corso della Repubblica c’è un museo che ricorda la storia della banca e custodisce, esponendoli al pubblico, i primi macchinari, i libri contabili, i registri dei primi anni di attività della Banca Popolare del Cassinate.

    I prodotti

    E’ tuttora nella memoria di molti il finanziamento denominato “Popolar credito” con il quale la Banca, negli anni della ricostruzione, ha sostenuto le famiglie e le imprese negli anni del dopoguerra, durante i quali la città di Cassino tornava a darsi un’identità, una quotidianità, una vita economica e sociale.



  • RealizzazioniOpen or Close