Vibrocentro

  • Le date

    Data di fondazione: 23 ottobre 1997

    Data di avvio delle attività: 25 novembre 1997

  • Le sedi

    Via Casalaccio n 10/b.  – CAP 02010  Località Santa Rufina di Cittaducale (Rieti ) Recapiti: Tel.: 0746606020

  • L'ambito produttivo

    Progettazione, materiali e impianti

  • L'impresa approfondisce

    Prefabbricati in calcestruzzo per l’edilizia civile, residenziale e stradale



  • Il profilo e l'identità

    La Vibrocentro Srl nasce dalla fusione di due aziende già operanti nel nucleo industriale di Rieti – Cittaducale e concorrenti sino a quel momento. L’intuizione di avviare questo percorso sinergico è del geometra Giovannangelo Pezzopane il quale intravede, in questa unione, un realistico incremento delle quote di mercato ed una migliore performance nella produzione dei manufatti standard, così come una più efficace offerta di nuovi prodotti al fine di garantire un qualificato servizio di assistenza alle imprese costruttrici, nostre clienti, sia in fase di progettazione esecutiva che in fase di post produzione.



  • L'impresa si descriveOpen or Close

    Nel corso degli anni l’azienda si è affermata nel settore come punto di riferimento per le caratteristiche prestazionali dei suoi prodotti e per la rapidità nel prospettare e realizzare nuove soluzioni che potessero restituire ai clienti sia una superiore qualità nella loro costruzione, dovuti al processo industrializzato di realizzazione e di controllo degli stessi, sia una maggiore velocità di montaggio nelle aree di cantiere. Di supporto al processo manifatturiero, è stata realizzato, dal 2006, un laboratorio interno di prova dei materiali da costruzione che arrivano presso i nostri impianti e che certamente ha contribuito a conferire una maggior coscienza della qualità strutturale dei nostri prodotti oltrechè a restituire un bollino di qualità per i nostri elementi. Fiore all’occhiello dell’industria è l’aver realizzato elementi prefabbricati per grandi opere infrastrutturali quali, ad esempio, la Variante di Valico Firenze Bologna, i sottoservizi per la Nuova Fiera di Roma, il collettore fognario al di sotto di Viale Libia per la realizzazione della Metro B1 oltre ad una serie di prefabbricati ferroviari dalle spiccate caratteristiche di resistenza al fuoco e statica, l’adeguamento della Autostrada dei Parchi A24 – Tangenziale Est di Roma, l’Asse Viario Quadrilatero Marche – Umbria S.S 77 Serravalle in Chienti ed ultimamente uno scatolare per il recupero del centro storico de L’Aquila. Tutto ciò è possibile poiché si può contare su un’adeguata squadra di collaboratori che nel corso degli anni hanno affiancato, e ancora affiancano, la direzione aziendale, in particolare nel nostro capo della manutenzione Sig. M. Spagnoli, persona che si distingue per un’intelligenza pratica ed una dedizione fuori dal comune e che tuttora accompagna il geom. Giovannangelo nella sua “avventura” . L’azienda, di estrazione familiare, vede impegnati due figli del fondatore in aree nevralgiche, la Dott.ssa Daniela nell’amministrazione ed il controllo di gestione, e l’ingegner Marco in qualità di direttore tecnico in tutto ciò che concerne la produzione e gestione delle commesse, sia in fase di vendita che di post vendita. Il percorso di crescita, costante, volto ad innovare ricercando nuovi materiali e nuove soluzioni, nel rispetto dell’ambiente e di chi ci circonda, è lo stimolo che da sempre spinge la nostra realtà industriale al miglioramento di queste relazioni e sono il presupposto per cercare di intravedere un orizzonte sostenibile nella nostra visione industriale.   Le caratteristiche peculiari dell’impresa: –     Ciglio “chiocciola” di concezione francese per il convogliamento delle acque di piattaforma  posta in opera lungo la Variante di Valico Firenze Bologna –     Collettore fognario Ovoidale a doppio asse realizzato in due elementi, con calcestruzzo ARS, delle dimensioni cm 420×280 lunghezza 100 posto in opera nel cantiere di Viale Libia della Metro B1 a Roma –     Adeguamento A24 – Tangenziale Est, Roma –     Scatolare sottoservizio dimensione cm 49×50 lunghezza 100 per il recupero del centro storico de L’Aquila -I macchinari storici Tubiera Giropressa Lorev anno costruzione marzo 1975 per diametri dal 10cm al 30 cm lunghezza 100 cm Tubiera Automatica Rimas anno costruzione marzo 1974 per diametri dal 30 cm al 60 cm lunghezza 100 cm



  • RealizzazioniOpen or Close