Centro Sviluppo Materiali spa

  • Le date

    L’Azienda è fondata il 18 marzo 1963 come Centro Sperimentale Metallurgico.

  • Le altre date

    Le attività nella nuova sede di Castel Romano a Roma vengono avviate nel  1968.

    Nel 1985 il CSM diventa Centro Sviluppo Materiali.

    Nel 1989 il CSM diventa nodo chiave della rete della Corporate ILVA.

    Nel 1994 viene avviato il processo di privatizzazione che si conclude alla fine del millennio.

    Nel 2002 diviene un centro di ricerca privato con un qualificato mix di azionisti industriali.

    Il 19 dicembre 2013 avviene l’integrazione con un partner industriale: ingresso del RINA come socio di maggioranza al 50,5 %.

  • Le sedi

    Via di Castel Romano, 100 – 00128 Roma

    Recapiti: +39 06 50551 – http://www.c-s-m.it/

  • L'ambito produttivo

    Metalmeccanica, Metallurgica e Costruzione macchinari

  • L'impresa approfondisce

    Il Centro Sviluppo Materiali (CSM) è un centro di ricerca privato – un RTO (Research Technology Organization) secondo la dizione europea – completamente orientato alla innovazione tecnologica dei processi e dei materiali industriali nel settore acciai, leghe metalliche, superleghe e rivestimenti speciali.

    Forte coinvolgimento nella ricerca comunitaria e in particolare nel nuovo programma europeo Horizon 2020, avendo come settori industriali di riferimento l’industria siderurgica, l’industria del petrolio e del gas, l’energia e l’ambiente, l’aerospazio e la difesa, la meccanica e i trasporti. Molti di questi sono di evidente interesse di A&T.

    Il concetto chiave cui l’azienda si ispira è di coprire l’intera filiera dell’ innovazione dei materiali e delle tecnologie correlate: dalla progettazione e ingegnerizzazione di processo / prodotto / componente, allo sviluppo di prototipi su scala pilota, dimostrativa e industriale, all’automazione di processo / impianto, alla valutazione dell’affidabilità, sicurezza e controllo di componenti e strutture, comprese quelle attinenti l’energia, l’ambiente e il riciclo dei materiali.



  • Il profilo e l'identità

    Centro Sviluppo Materiali spa (CSM) è una società che sviluppa ricerca industriale sui materiali e sulle tecnologie applicative, con sede a Castel Romano (Roma) ed altre unità diffuse sul territorio nazionale. Fondata nel 1963 come Centro Sperimentale Metallurgico dalle principali imprese siderurgiche dell’epoca, nel 1987 assume l’attuale denominazione. Le iniziali competenze, tipiche di un centro corporate della grande industria pubblica del tempo, vengono così orientate verso nuovi campi di materiali, prodotti e tecnologie.quindi ad allargare progressivamente i suoi interessi anche ai settori dell’oil&gas, dell’aerospazio, della meccanica e dei trasporti, dell’energia e dell’ambiente. In seguito al processo di privatizzazione iniziato negli anni novanta, nel 2002 diventa un centro di ricerca privato, di cui, nel 2013 il Gruppo Rina (Registro navale italiano) è diventato il socio di maggioranza. CSM oggi è una eccellenza nella ricerca applicata e nell’innovazione tecnologica dell’Italia e del Lazio e ha istituito, insieme alla Società del Polo tecnologico industriale romano, il Consorzio Tecnopolo di Castel Romano che ha come obiettivo la promozione ed attuazione di iniziative di trasferimento tecnologico a favore delle PMI del territorio.



  • L'impresa si descriveOpen or Close

    I passi storici fondamentali sono chiaramente espressi nelle relazioni che l’Amministratore Delegato ha fatto il 18 marzo e il 23 settembre 2013 in occasione delle celebrazioni per la ricorrenza del cinquantenario.

    È inoltre di particolare interesse conoscere le attività svolte nel territorio della Regione ed episodi ritenuti localmente significativi per il profilo storico, economico e culturale dell’azienda.

    Si citano i progetti di trasferimento tecnologico verso PMI promossi da FILAS – Regione Lazio (l.r. n 4 del 28/04/2006, art 182, c.4).

    Per soddisfare le crescenti esigenze di innovazione del sistema imprenditoriale territoriale, il Centro Sviluppo Materiali ha istituito, insieme alla  Tecnopolo spa , il Consorzio Tecnopolo di Castel Romano, un ente senza scopo di lucro finalizzato a valorizzare la produzione del sistema locale, in particolare le PMI e a sviluppare la cooperazione nella ricerca per la competitività, così come lanciare nuove imprese high-tech.

    Il Consorzio, con il contributo di know-how specialistico, competenze, laboratori e strumenti previsti in particolare dal  CSM,  ha identificato e realizzato progetti di trasferimento tecnologico specificamente rivolti alle PMI  del territorio.

    Il Consorzio ha vinto il bando per lo “sviluppo di Innovazione Tecnologica nella Regione Lazio – LR n. 4 del 28/04/2006 ed ha attuato una serie di progetti di cooperazione con PMI che operano in una vasta gamma di settori applicativi avanzati (trasporti, energia, meccanica, elettronica, biomateriali, ecc.).

    La struttura operativa dedicata ai progetti di trasferimento tecnologico è stata fatta dal presidente operativo della TPCR (C. Pagliucci) e la testa del coordinamento amministrativo e operativo (D’Ascenzo), integrato, in funzione di azioni specifiche, da personale tecnico e dei servizi forniti sia dal CSM associati e ad altri partner specializzati .

     

    Tra le caratteristiche di Centro Sviluppo Materiali sono da evidenziare

    Attualmente ci sono circa 200 brevetti nel portafoglio nelle seguenti aree:

    Prodotti piani – Acciai al Carbonio e Speciali

    Prodotti lunghi – Acciai al Carbonio e Speciali

    Ambiente e Energia – Acciai, Leghe leggere e Superleghe

    Prodotti Tubolari – Valutazione del danno

    Meccanica e Aerospazio – Rivestimenti speciali, Compositi matrice metallica, Saldatura

     

    Nella sua storia il CSM ha sviluppato circa 800 brevetti.

     

    Il patrimonio culturale posseduto 

     

    Il patrimonio documentale

    Si segnalano i Libri Soci, i Verbali dei Consigli di Amministrazione, i Bilanci a partire dal 1° Bilancio del 1963.

     

    Il patrimonio bibliografico

    Nel ricco patrimonio si segnalano i Rapporti tecnici dalla fondazione in formato cartaceo; Pubblicazioni CSM sulla letteratura tecnico scientifica. È presente inoltre una Biblioteca aziendale che conserva una raccolta di volumi di pregio e di riviste tecnico scientifiche. Esiste anche una sezione dedicata alle tesi di laurea che sono state svolte presso il CSM.

    Sono infine presenti raccolte di bollettini e di altra documentazione a stampa, anche prodotta dall’impresa.

     

    Il patrimonio iconografico, artistico e audiovisivo

    Sono stati prodotti quattro filmati (della fondazione, alla fine degli anni settanta, alla fine degli anni ottanta, nel 2013).

     

    I macchinari

    Si segnala un Microscopico Elettronico a Trasmissione del 1979-1980 conservato presso la sede di Castel Romano.

     



  • I loghi storiciOpen or Close

    >



  • Bibliografia e fontiOpen or Close

    http://www.c-s-m.it/en/about_us/history.html

     

    Testi disponibili fra i materiali dell’Azienda:

    E. Nobis, Congresso CECA, pp. 16-18, da una pubblicazione della fine degli anni sessanta.

    F. D’Agostino, CSM, in “Finsider”, a. III, n. 3-4, 1968, pp. 7-11.

    A. Pini Prato, La funzione del Centro Sviluppo Materiali, in “Acciaio”, 1991, pp. 43-45.

    A colloquio con Roberto Bruno, in “La metallurgia italiana”, n. 1, 2011, pp. 52-55.

    R. Ranieri, Centro Sviluppo Materiali (CSM): a brief historical survey, 1963-2013, Centro Sviluppo Materiali spa, s.l., 2013. Testo corredato da un’ampia bibliografia cui si rinvia per approfondimenti.



  • PersoneOpen or Close


  • RealizzazioniOpen or Close