Elettronica spa

  • Le date

    L’Azienda viene fondata il 2 maggio 1951 ereditando le attività produttive di due industrie romane: l’Elettrodomus e l’Elettronica.

  • Le altre date

    L’Elettronica acquistò una porzione dello stabilimento della società Sielte di Torino, situato a Roma in via Tiburtina 650, parzialmente distrutto in seguito ai bombardamenti della seconda guerra mondiale. Eseguiti i necessari lavori di trasformazione dell’edificio, acquistati nuovi e moderni macchinari per la produzione meccanica ed elettrica e la relativa strumentazione di collaudo, il 15 maggio 1955 fu effettuato il trasferimento nella nuova sede.

    Nella primavera del 1970, l’Elettronica commissionò l’esecuzione del progetto di un nuovo stabilimento costruito su un terreno di 31.000 m2 al km. 13,700 della via Tiburtina Valeria. Il 24 Giugno del 1972 venne inaugurata la nuova sede della Società.

  • Le sedi

    Via Tiburtina Valeria, Km 13,700 – 00131  Roma

    Recapiti: +39 06 41541 – www.elt-roma.com

  • Le altre sedi

    ELETTRONICA GmbH

    AM Hambuch 10

    D53340 Meckenheim – Germania

    Tel: +49 (0)2225 88060

    Fax: +49 (0)2225 880647

    e-mail: info@elettronica.de

     

    ELETTRONICA U.A.E. Office

    Villa # A55 – Marina Villas – Marina Breakwater Area – P.O. Box 131438 Abu Dhabi – UAE

    Tel +971 2 6817780 ext. 201

    Fax +971 2 6817783

    ELETTRONICA Singapore Office

    7030 Ang Mo Kio, Avenue 5

    #8-57 Nothstar@AMK

    569880 – Singapore

    Tel +65 65700450

    Fax +65 65700790

  • L'ambito produttivo

    Elettronica ed Elettrotecnica; Cyber EW; Homeland Security

  • L'impresa approfondisce

    ELT studia, sviluppa e produce sistemi di Difesa Elettronica utilizzando tecnologie proprietarie. Propone soluzioni per le esigenze operative dei suoi clienti, offrendo sistemi con prestazioni tecniche adeguate a soddisfare tali requisiti. Cura l’evoluzione tecnologica dei propri prodotti e ne sviluppa di nuovi. Li integra, sia tra di loro che con altri sensori o con mezzi di contrasto e di telecomunicazione, e ne cura l’installazione sulle piattaforme del cliente: navi, aerei e mezzi terrestri. Provvede alla gestione di configurazione e al supporto logistico integrato. Elabora e fornisce sistemi di supporto operativo che consentono la personalizzazione delle funzioni di analisi dello scenario e di contrasto ECM, in relazione alle varie esigenze operative (intelligence, sensoristica tattica, autoprotezione, SEAD, protezione mutua e a largo raggio).



  • Il profilo e l'identità

    Elettronica è uno dei leader europei nella produzione di apparati per la difesa elettronica. È nata nel 1951 dall’unione di due industrie romane che operavano nei settori dei grandi impianti elettrici e nella produzione di apparecchiature elettriche e meccaniche. Nonostante abbia sviluppato una cospicua presenza sul mercato estero, la società ha sempre mantenuto la sua sede nella città di Roma, dove, alla fine degli anni ’70, ha creato una società controllata che produce sistemi informativi per la Pubblica amministrazione. Nel corso dei 60 anni della sua attività si è specializzata nell’ambito delle contromisure elettroniche ponendosi all’avanguardia nella ricerca e nello sviluppo di nuove tecnologie e rifornendo clienti come le Forze armate e l’Aeronautica italiana e le Forze armate di Francia Olanda e Germania.

    Nel 2014 amplia il proprio ambito di competenza, creando una Newco che si occupa di Cyber EW, Cy4Gate, insieme alla società Expert System.



  • L'impresa si descriveOpen or Close

    Il 2 maggio 1951 nasceva ufficialmente la ELETTRONICA srl che ereditava le attività produttive di due industrie romane, l’Elettrodomus di proprietà dell’Ing. Fratalocchi, con sede in Largo Corrado Ricci 30, e l’Elettronica di proprietà dell’Ing. Ennio Del Vasto, con sede in Via Francesco Caracciolo 23., che operavano, rispettivamente, nei settori dei grandi impianti elettrici per uso industriale e civile (Elettrodomus) e nella produzione di apparecchiature elettriche e meccaniche per vari enti civili, quali le Ferrovie dello Stato, le Poste e Telegrafi, la Rai (Elettronica). La nuova Società si avviava a operare sotto la guida e responsabilità, in qualità di Amministratore Unico, dell’Ing. Filippo Fratalocchi, con accanto 35 dipendenti.

    Nei primi tre anni di attività della nuova società, si continuò a lavorare con impegno ai prodotti comuni delle due originarie entità industriali e al potenziamento delle attrezzature per la produzione e il collaudo.

    Nello stesso periodo l’Ing. Fratalocchi dedicò notevole attenzione alla ricerca di nuovi programmi di lavoro e ai contatti commerciali con importanti società operanti a Roma nel campo dell’elettronica professionale. Avendo intuito le possibilità di sviluppo del settore elettronico, l’Ing. Fratalocchi compì i primi passi nel campo della strumentazione elettronica e in quello dei disturbatori radar di addestramento, che costituiranno il nucleo per futuri e incredibili sviluppi.

    Negli ultimi mesi del 1953 prendono il via importanti collaborazioni con la Contraves Italiana di Roma per la fornitura alle Forze Armate Italiane di sistemi Radar Super Fledermaus.

    L’Elettronica acquistò una porzione dello stabilimento della società Sielte di Torino, situato a Roma in via Tiburtina 650. Eseguiti i necessari lavori di trasformazione dell’edificio, acquistati nuovi e moderni macchinari per la produzione meccanica ed elettrica e la relativa strumentazione di collaudo, il 15 maggio 1955 fu effettuato il trasferimento nella nuova sede. Il personale crebbe fino a raggiungere 180 dipendenti, avendo a disposizione una superficie totale di 5.000 m2.

    Inizia in questi anni la specializzazione nel campo dell’Electronic Counter Measures (ECM), Electronic Support Measures (ESM) ed Electronic Intelligence (ELINT), che diverrà, per l’Elettronica, l’attività primaria per tutti gli anni a venire.

    Il mercato, sia quello italiano che quello estero, cominciò a prendere in considerazione la produzione di Elettronica e le prime importanti forniture non furono che il logico risultato degli sforzi compiuti dall’Azienda. Le Forze Armate della Germania Occidentale, della Francia e dell’Olanda, approvvigionarono serie consistenti di apparati Disturbatori Radar di Addestramento, i quali avevano già brillantemente risposto alle esigenze delle Forze Armate italiane.

    Nell’anno 1965, a seguito del positivo andamento degli sviluppi e del favorevole aumento del portafoglio degli ordini acquisiti in Italia e all’Estero, si decise di trasformare la Società ELETTRONICA srl in società per azioni, ELETTRONICA spa, passaggio che avvenne il 18 novembre 1965.

    L’attività commerciale di Elettronica veniva effettuata in parallelo anche verso l’Aeronautica Militare Italiana, sia con sviluppi che con forniture di sistemi ESM e ECM in varie configurazioni, per poter essere installati a bordo dei vari aerei in dotazione all’AMI; questo fu il più grande programma per Elettronica fino a tutti gli anni ‘70 (con la fornitura di 450 apparati).

    L’inarrestabile crescita, legata alle pressanti richieste del mercato, in rapporto alla nuova strada che Elettronica aveva intrapreso, generava il problema di adeguamento delle strutture alle esigenze e all’immagine dell’azienda.

    Così, nella primavera del 1970, l’Elettronica commissionò a un team di architetti l’esecuzione del progetto di un nuovo stabilimento, che doveva essere costruito su un terreno di 31.000 m2, acquistato con lungimiranza nel 1961, al km.13,700 della via Tiburtina Valeria.

    Il 24 Giugno del 1972 venne inaugurata la nuova sede della Società. Il numero dei dipendenti, in quel momento storico, era di 550 persone, tra tecnici e ingegneri.

    Nello stesso anno un team di ingegneri e tecnici venne trasferito presso la società americana della Teledyne MEC per essere addestrato alla progettazione, produzione e collaudo delle più importanti tipologie di TWT’s, ovvero Tubi ad Onda Progressiva prodotti da pochissime società degli Stati Uniti e di difficile acquisto. Contemporaneamente, nel nuovo stabilimento di Elettronica a Roma, avvenne la predisposizione dei laboratori e delle attrezzature destinati al reparto TWT’s e alla fine dell’anno 1975 fu prodotto il primo TWT italiano.

    Il numero dei dipendenti, nei quattro anni successivi al trasferimento nella nuova sede, passa da 550 a 1141.

    In parallelo all’aumento del personale, fu anche presa, nel 1974, l’importante decisione di costituire una società controllata, chiamata MPE (Meccanica Per l’Elettronica), per la produzione delle parti meccaniche e delle lavorazioni elettriche degli apparati ordinati. La sede scelta per la MPE era ad Aprilia, area di forte sviluppo industriale a sud di Roma, e, anche lì, rapidamente, si raggiunse il numero di 350 dipendenti.

    Nel 1978 e 1979 vennero costituite altre due società controllate: la Elettronica GmbH in Germania, dedicata al supporto logistico integrato per tutte le forniture di Elettronica alle Forze Armate della Germania, e la Elettronica Ingegneria Sistemi (E.I.S.), a Roma, dedicata allo sviluppo e produzione di sistemi informativi per la Pubblica Amministrazione e self-service per il pubblico.

    Negli anni successivi un’altra area divenne di vitale importanza per Elettronica, quella delle Microonde. La tecnologia delle Microonde, fondamentale per i “Front-end” dei sistemi sia riceventi sia trasmittenti di Elettronica, è stata sempre considerata strategica per l’Azienda, infatti è stata continuamente migliorata e adeguata alle nuove esigenze mediante l’impiego dei più moderni tools di progettazione e simulazione e l’utilizzo dei processi tecnologici.

    Gli anni novanta vedono profondi mutamenti nell’assetto industriale del settore, con numerose fusioni tra gruppi industriali e la formazione di gruppi d’impresa su programmi internazionali. Elettronica risponde al cambiamento partecipando ai maggiori Consorzi europei. In questi anni Elettronica è la prima azienda nel mondo a realizzare e produrre ingannatori/disturbatori basati sulla tecnologia della amplificazione a microonde “allo stato solido”. Appoggiandosi a questa soluzione, Elettronica studia antenne ECM a Phased Array a banda larga per un’importante fornitura europea.  Con stesse tecnologie nasce un programma nazionale per lo sviluppo e la sperimentazione della tecnica ECM denominata “Wave Front Distortion” che rappresenta un successo di grande rilevanza internazionale nel campo della ricerca.

    Negli ultimi anni sono state sottoscritte importanti Joint Venture con due aziende, AEDS e ELTBAT, con sedi rispettivamente in India e negli Emirati Arabi Uniti.

    Nuove tecnologie, quali il Digitale Veloce, hanno visto impieghi sempre più estesi e sofisticati permettendo nuovi livelli di prestazioni e di competitività ai nostri prodotti di Difesa Elettronica in Banda Radar anche nel campo della Difesa Elettronica in Banda Comunicazioni.

    Un ambizioso piano di crescita di volumi produttivi è stato affrontato con il potenziamento di risorse e competenze interne, ma soprattutto con il rinnovamento di processi gestionali, di investimenti in automazione industriale e con l’attenta selezione e sviluppo di una rete di fornitori esterni qualificati con i quali Elettronica ha sviluppato rapporti di sinergia e in alcuni casi di vera e propria partnership.

    Il risultato è stato raggiunto, stabilizzando le risorse interne e raggiungendo significativi livelli di produttività e di risultati economici. Il concetto di “innovazione” ha permeato l’indirizzo aziendale, con la conservazione di tutto ciò che ha contribuito al successo, ma riformulando immagine, comunicazione, ambienti di lavoro e sforzi commerciali, organizzativi e strumenti di gestione delle risorse umane, che hanno visto nel lungo periodo un forte rinnovamento dei quadri tecnici e dirigenziali.

     

    Tra le caratteristiche di Elettronica sono da evidenziare

    Lo scenario operativo, proprio della difesa elettronica, evidenzia emissioni elettromagnetiche intenzionali e non, quali quelle prodotte da sistemi radar, di comunicazione o elettro-ottici. L’individuazione, la caratterizzazione e il modo in cui tali emissioni sono contrastate, per permettere l’ottimale utilizzo di piattaforme aeree, navali, terrestri, costituisce l’essenza della Difesa Elettronica e quindi la missione di Elettronica spa.

    La Difesa Elettronica opera attraverso apparati, sensori e attuatori, installati sulle sopracitate piattaforme, al fine di ottenere una consapevole percezione della situazione ambientale (Sorveglianza, Ricognizione, Identificazione) ed elaborare le più idonee scelte di contromisure difensive (Protezione).

    La moderna Difesa Elettronica si inserisce, oggi, nel contesto della Network Centric Warfare (NWC) come nodo essenziale della rete, consentendo un’efficace sinergia operativa tra piattaforme diverse, attraverso un continuo interscambio di dati ed informazioni.

    L’interoperabilità e la capacità di integrazione tra le diverse componenti della Difesa Elettronica comportano un sostanziale miglioramento della Situation Awareness e dell’efficacia della protezione, grazie alla fusione di dati (on board e off board) e al coordinamento ottimizzato delle contromisure.

    I sistemi ed i prodotti realizzati in Elettronica spa si possono classificare in:

    • Prodotti di sorveglianza e di autoprotezione passiva
    • Prodotti di contromisure elettroniche per la protezione di piattaforme navali, terrestri e aeree, sia ad ala fissa che ad ala rotante
    • Sistemi Integrati di Difesa Elettronica per la protezione da minacce radar, all’infrarosso e di comunicazione

    In particolare, l’azienda è specializzata nella progettazione, lo sviluppo e la produzione di sistemi EW passivi per la ricerca, l’intercettazione, l’analisi, l’identificazione e la localizzazione delle emissioni elettromagnetiche (ESM/tactical ELINT), radar warning receivers (RWR), sistemi ew di contromisure e sistemi ew integrati esm/ecm.

     

    Ed è proprio per migliorare la situation awareness delle reti, che l’Azienda ha voluto espandersi nel segmento Cyber Defense e Intelligence, creando una Newco, CY4Gate, per sostenere e rafforzare il core business della Difesa Elettronica. Una società che propone soluzioni in grado di raccogliere e analizzare dati da fonti e sensori diversi, accrescendo il livello di sicurezza delle infrastrutture sensibili e reagendo proattivamente alle eventuali minacce cyber.

     

     

    Il patrimonio culturale posseduto 

     

    Il patrimonio documentale e iconografico

    In azienda è presente la documentazione tecnica e specifica di Difesa Elettronica. Sono inoltre presenti pannelli e poster che rappresentano i prodotti di punta.

     

    I macchinari e i prodotti

    In azienda sono presenti strumentazioni (HW & SW) necessarie per i processi di sviluppo e produzione dei prodotti di Difesa, ivi incluse le macchine utilizzate nei laboratori e nei sistemi di simulazione, emulazione e testing. Si segnalano, inoltre, prodotti dimostratori e i mock up usati per eventi fieristici.



  • I loghi storiciOpen or Close

    >

    Marchio ELT dal 1950 circa al 1970

    Marchio ELT dal 1970 circa al 2005

    Marchio ELT dal 2006 al 2010 Il logo presenta forme morbide e tondeggianti che nascono da basi solide e stabili per andare a coincidere l'una con l'altra, quale espressione di cooperazione, continuo rinnovamento e protezione. Il lettering ha conferito più modernità, mentre la scelta dei colori grigio e blu petrolio un aspetto istituzionale, tecnologico e innovativo, sottolineando l’assenza di confini e l’apertura verso il futuro. Infine il pay off evidenzia come la “Mente” rappresenti l’elemento cardine della nostra tecnologia come valore e requisito fondamentale nell’ambito strategico, inoltre sottolinea l’importanza del fattore umano e del know-how, unico nel suo genere, che Elt possiede.



  • Bibliografia e fontiOpen or Close

    www.elt-roma.com

    AA.VV., Elettronica 1951-2011. 60 anni di lavoro e passione, Tipolitografia Trullo, s.l., s.a.

    AA.VV., ELT. Company Profile, s.e., s.l., s.a.



  • PersoneOpen or Close


  • RealizzazioniOpen or Close